Fontanile Brancaleone

Caravaggio

Home > Cultura > Ambiente > Fontanili > Il fontanile Brancaleone
Il fontanile Brancaleone

L’area del Fontanile Brancaleone è una piccola riserva naturale del Comune di Caravaggio, in località Gavazzolo, appena oltre la ferrovia Milano-Brescia. Il sito, collocato sulla linea dei fontanili che divide l’alta pianura dalla bassa pianura, riveste un particolare valore in qualità di relitto di bosco ripariale. Occupa un’estensione di circa 10,5 ha, con una quota che varia tra 119,5 e 117,5 m s.l.m. Storicamente, le prime informazioni circa l’esistenza della Roggia Basso e delle relative sorgenti risalgono al 1400 (rif. pubblicazione di G. Farina “Della Città di Caravaggio e delle sue acque e rogge”, 1956). Nel testo viene scritto che “Le sorgenti della Roggia Basso sono state sempre meta di amene passeggiate per gli amanti della poesia (i öc del Bas)”. In realtà, il fenomeno delle risorgive è originato da interventi dell’uomo, che per anni ha sfruttato e regimato le acque, in relazione alle vicende sociali ed economiche che hanno caratterizzato lo storia della pianura padana. Tale sistema di captazione è antico e pare risalga alla seconda metà del XII secolo. Il complesso della riserva naturale appare suddiviso in tre zone: a nord-est la fontana Brancaleone propriamente detta; a nord-ovest la fontana Basso; e a sud-ovest la fontana Nuova.
Tutti e tre questi sistemi di risorgive sono tributari della Roggia Basso che originata presso il fontanile prosegue il suo corso verso Caravaggio. Le peculiarità della riserva sono riconducibili all’elevato numero di specie erbacee, arbustive ed arboree presenti, residuo delle antiche foreste che popolavano la Pianura Padana prima delle bonifiche. Inoltre l’area si caratterizza per la presenza di fauna delle acque e di fauna freatica (che vede la presenza di due specie animali nuove individuate, appartenenti alla famiglia dei gamberi di acqua dolce).


Brancaleone
Il Brancaleone
Brancaleone
Giaggiolo