Parco Adda Nord

Home > Cultura > Ambiente > Fiumi e parchi > Parco nord del fiume Adda
Parco nord del fiume Adda

Fiume Adda, i Corni di Leonardo

Il Parco comprende i territori rivieraschi dell'Adda, lungo il tratto che attraversa l'alta pianura, a valle del lago di Como, comprendente i laghi di Garlate ed Olginate. In questo tratto il fiume si snoda tra rive incassate, con tipici affioramenti del "ceppo" e costituisce un paesaggio caratteristico che alterna zone a tratti fittamente boscate ed aree più antropizzate. L'area naturalisticamente più interessante è costituita dall'ampia zona umida della palude di Brivio. Particolarmente rilevanti gli aspetti archeologici e monumentali, con le opere di ingegneria idraulica di inizio secolo come le chiuse di Leonardo (Trezzo sull'Adda), il ponte di Paderno e il villaggio operaio di Crespi d'Adda.
l fiume e il territorio circostante sono ricchi di significative testimonianze storiche che rimandano alle epoche più diverse e lontane. All’altezza di Paderno D’Adda ci si trova in uno spettacolare canyon di ceppo, la Forra d’Adda, Monumento Naturale del Parco Adda Nord: perfino Leonardo ne fu affascinato al punto da studiarlo, misurarlo, disegnarlo nei codici e ritrarlo sullo sfondo della Vergine delle rocce. Un altro residuo dell’era glaciale è il Lago di Sartirana, un bacino di origine morenica dichiarato Riserva Naturale della Regione Lombardia e Sito di interesse comunitario. Come già detto molto importanti per la salvaguardia dell’avifauna sono le aree umide e oltre alla palude di Brivio è da segnalare anche il lago di Olginate, un vasto specchio d’acqua immediatamente a sud del lago di Lecco.
 
   
Visita il sito ufficiale.
Paludi Ninfee
Il ponte in ferro di Paderno d'Adda è unanimemente considerato come un vero e proprio simbolo dell'archeologia industriale
Il traghetto di Leonardo
Il fiume Adda a Trezzo