Riserva naturale Palata Menasciutto

Home > Cultura > Ambiente > Fiumi e parchi > Riserva naturale Palata Menasciutto
Riserva naturale Palata Menasciutto

Parco Fiume Serio. foto Giancarlo Ubiali

Il tratto di fiume Serio che si stende tra i comuni di Pianengo e Ricengo è stato designato a Riserva naturale regionale nel 1988 con la classificazione di "parziale biologica". E' gestita dal Consorzio Parco regionale del Serio. Si tratta di un ambiente ripariale, di grande effetto paesistico, chiuso tra due rami fluviali morti ed intersecato dal Serio "vivo". In particolare, un ambiente di sicuro pregio si raccoglie attorno a una bella lanca in sponda fluviale destra, dove un alto saliceto a Salice bianco fa da scenario ad una ricca vegetazione palustre costituita da canneto a Cannuccia di palude, dal tifeto e da tratti di cariceto, dove non manca il bellissimo Giaggiolo d'acqua. Lungo il fiume sono da ricordare, tra gli altri, alcuni esemplari di Salice eleagno e di Ontano bianco, specie caratteristiche di ambienti più schiettamente collinari o montani, giunte fin quaggiù tramite la corrente fluviale. L'avifauna comprende, tra le specie nidificanti, la Gallinella d'acqua, il Picchio verde e il variopinto Martin pescatore, mentre durante le migrazioni la riserva è luogo di sosta per anatre, limicoli ed aironi. Tra gli anfibi si segnala la Rana di Lataste, specie endemica della pianura padana. L'importanza di quest'area, ai fini della conservazione della natura all'interno del Parco, ha portato alla sua identificazione come proposto Sito di Importanza Comunitaria, secondo la Direttiva "Habitat" dell'Unione Europea.

 

Visita il sito ufficiale

Palata Menasciutto, foto Bruno Testa
 foto di Luigi Gibellini
Gruccione, foto Luigi Gibellini
Paesaggi, foto di Luca Ferranti