Cosce di rana fritte

Home > Da Gustare > > I sapori > Gusto e tradizione > Cosce di rana fritte
Cosce di rana fritte

 

Ingredienti

1 kg di cosce di rana, due uova, paprika o salsa piccante, un limone, alcune foglie di salvia, alloro e insalata,   farina q.b., Sale e pepe q.b., prezzemolo tritato, un bicchiere di vino bianco

 

Preparazione

Lavare le coscette con acqua fredda e lasciarle riposare in un contenitore con del vino bianco e un po' di salvia e alloro.  Le coscette vanno messe in frigorifero per un'oretta e  girate di tanto in tanto. Sbattere le uova aggiungendo sale e pepe in una ciotola , in un'altra ciotola mettere la farina con un po' di paprika se vi piace il piccante. Scolate le cosce di rana e tamponatele , passatele prima nella farina aromatizzata e poi nell'uovo sbattuto. Fate scaldare in una padella l'olio per friggere e poi immergetevi le rane. Fatele cuocere fino a quando non prendono una colorazione dorata, girandole di tanto in tanto e a metà cottura aggiungete degli spicchi d'aglio, che poi eliminerete. A fine frittura scolatele e appoggiatele su un vassoio con dello scottex in modo che venga assorbito l'olio in eccesso. Abbellite il vassoio con  fette di limone,  insalata e un po' di prezzemolo tritato. In alternativa al fritto potete usare anche la  pastella.

 

ATTENZIONE

La rana è un anfibio anuro presente in Italia in molte varietà tra le quali sono due le specie buone a fini alimentari: la rana verde (Rana esculenta) e quella comune (Rana temporaria) appartenente al gruppo delle cosi dette “rane rosse”. È bene ricordare che questa rana è, come tutti i rettili e gli anfibi Italiani, protetta dalla Convenzione di Berna che viene a sua volta applicata, a livello italiano, con disposizioni regionali. Pertanto, prima di raccogliere o allevare questo anfibio, consultare gli uffici della regione (Caccia e Pesca)